Apamea – Just my two cents.

Planet Ubuntu-it, politica e politica editoriale

Posted in Ubuntu-it by mefisto on 12 giugno 2009

legalitàSenza entrare in polemica con questo o quello, mi chiedo se non sia il caso di rivedere la politica editoriale del Planet di Ubuntu-it, visto che viene continuamente violata.

La richiesta di non discutere di argomenti politici è chiara ed esplicita, ma la regola non viene applicata affatto, viene applicata in maniera disomogenea, viene applicata sull’onda di sollevazioni di dubbia leggittimità.

In una comunità, però, le regole di convivenza che ci siamo dati devono valere e valere per tutti. Sbaglio?

Annunci

12 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. alberto t. said, on 13 giugno 2009 at 07:11

    Concordo anch’io su quanto dici.
    Ma perché invece non hai postato in questa board: http://forum.ubuntu-it.org/index.php/board,40.0.html ?

    • mefisto said, on 13 giugno 2009 at 08:38

      Di solito segnalo direttamente al consiglio, con scarsi risultati. Adesso mi è venuto spontaneo scrivere pubblicamente.

  2. Janvitus said, on 13 giugno 2009 at 11:13

    Che non ti vada bene è un conto, ma accostare il mio articolo di critica della politica a un qualsiasi articolo come quello tuo di un anno fa, dove ti congratulavi della vittoria della parte politica ora al governo, beh, direi che ce ne vuole di coraggio eh.
    E questo tuo articolo non fa che confermare quello che ho scritto io, ci sono i tifosi con i paraocchi che vedono solo il bianco, il nero o quello che gli dicono di vedere, e ci sono quelli che riflettono in autonomia con autocritica e visione sociale.
    Ah, per inciso, politica vuol dire anche dibattere di Mono come sta accadendo in questi giorni sui vari blog, o i “messaggi subliminali” che ogni tanto (a ragione aggiungerei) elle.uca fa nei riguardi delle imposizioni di Fedora e Red Hat in GNOME, o fra il software libero e chiuso in generale. Anche questo messaggio è politico.

    • mefisto said, on 13 giugno 2009 at 13:31

      L’unica differenza tra il mio articolo di un anno fa e quello tuo di oggi è questa:
      il mio non violava alcuna regola, perchè allora non era scritto in nessun regolamento che sul Planet Ubuntu-it non si potesse discutere di politica.

      Il tuo articolo, invece, come molti altri che passano sul Planet da un po’, viola una specifica disposizione della politica editoriale.

      Ancora, mentre io fui attaccato ingiustamente come se avessi violato chissà quale regolamento (ripeto, non c’era niente che vietava a chiunque di esternare sul planet soddisfazione o critica per la vittoria di una qualsiasi parte politica), voi restate continuamente impuniti.

      Sembra quasi che si intervenga rispetto alla persona o alla specifica parte politica. Sarebbe un atteggiamento gravissimo.

  3. iced said, on 13 giugno 2009 at 13:41

    Se pensi che qualcuno violi le regole, scrivi al Consiglio della Comunità.

    Ciao, D

    • mefisto said, on 13 giugno 2009 at 13:52

      Sì, ho scritto proprio adesso per chiedere un chiarimento sull’interpretazione della politica editoriale del Planet.
      A me la violazione sembra evidente, ma se così non fosse almeno avrò un parametro per i miei futuri articoli.

      Ciao!

  4. Alessio Treglia said, on 13 giugno 2009 at 14:11

    “accostare il mio articolo di critica della politica a un qualsiasi articolo come quello tuo di un anno fa, dove ti congratulavi della vittoria della parte politica ora al governo, beh, direi che ce ne vuole di coraggio eh.”

    Quoto Gianvito, il tuo più che un articolo era un striscione da stadio.

    “Ancora, mentre io fui attaccato ingiustamente come se avessi violato chissà quale regolamento (ripeto, non c’era niente che vietava a chiunque di esternare sul planet soddisfazione o critica per la vittoria di una qualsiasi parte politica), ___voi restate continuamente impuniti___.”

    Anche qui quoto Giantivo: che fegato che hai! 😀

    • mefisto said, on 13 giugno 2009 at 14:22

      Sicuro, era uno striscione… ma di quelli consentiti, almeno allora. 🙂

      Boh, il regolamento del planet mi sembra chiarissimo:

      L’approccio adottato all’interno di Planet Ubuntu-it è abbastanza libertario, anche se chiediamo di non discutere di:
      – argomenti politici

      Si prevede perfino la possibilità di sanzioni per chi non rispetta queste regole di convivenza.

      Che l’articolo di Gianvito sia “strutturato”, diciamo così, non è in discussione. Ciò non toglie, comunque, che secondo la mia interpretazione violi il regolamento.

      Forse è meglio aspettare notizie dal consiglio: se proporrà una lettura diversa sarò contento, potrò scrivere di qualche argomento di attualità politica pure io.

  5. Fabio said, on 13 giugno 2009 at 16:48

    Quando un essere umano ha bisogno di regole scritte per capire come convivere insieme agli altri, è segno evidente che la fine della coscienza è sopraggiunta in lui.

  6. Dumarest said, on 15 giugno 2009 at 08:00

    Riassumendo:

    – quando Mefisto scrive un post politico in assenza di divieti, viene criticato (con insulti e rozza intolleranza, ricordo bene);

    – quando altri scrivono post politici dopo l’aggiornamento del regolamento (che quanto meno scoraggia i post di tipo politico), non vanno criticati, perché mai?

    Caro Mefisto, è chiaro che il problema non sono le regole, ma la differenza fra le tue idee e quelli degli altri: mica pensavi davvero che le regole valgono per tutti?

    Non ti devi sorprendere, non sai che alcuni sono più uguali degli altri? 😉

    Superior stabat lupus …

    Dumarest

  7. JackF said, on 15 giugno 2009 at 08:24

    Ma pensa te! Mi rompi le palle dicendo che l’articolo del Ferretti è coerente con la politica del planet e poi rompi le palle al Janvitus quando TU stesso un anno fa ( me lo ricordo anche io) hai festeggiato la vittoria alle elezioni…..Non ho parole.
    E con che acidità poi!
    Secondo me UN SACCO di persone su questo planet non rispettano la policy. Se si agisce contro di loro si dovrebbe agire in maniera retroattiva anche su di te.
    Dal mio punto di vista questa è ipocrisia. Da entrambe le parte.
    Punto.
    Poi sai, io come tanto che leggono in planet sono un utente normalissimo. Che fondamentalmente “non conta un cazzo”. Quindi non credo che cambierà qualcosa.
    Però sappiate che dal mio punto di vista la Comunità Italiana di Ubuntu ha dei piccoli problemi di gestione….chissà, magari è lo specchio del paese in cui è nata.

    • mefisto said, on 15 giugno 2009 at 21:03

      No, non sono io a dire che l’articolo di Luca è coerente con la politica editoriale del Planet, ma è la politica editoriale che consente anche quella tipologia di articoli, di cui peraltro nessuno abusa.

      La mia personale idea di Planet, in verità, è molto più radicale di quanto immagini.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: